Spese universitarie: quanto si può detrarre dalle tasse?

Università

cosa si detrae

© BillionPhotos.com / Fotolia

Hai sostenuto nel 2016 delle spese universitarie o di specializzazione post universitaria per te o per un tuo familiare e vorresti essere certo di compilare correttamente la tua dichiarazione dei redditi?

Quella che segue è una breve guida su come orientarsi per non commettere errori nel conoscere gli importi massimi detraibili nella tua dichiarazione dei redditi per le spese universitarie, statali e non, e per i corsi post universitari.

Cosa fare in caso di università statali

Se nel 2016 hai sostenuto spese per tasse e contributi riferiti ad università statali sappi che non ci sono limiti massimi di detraibilità.

Ciò significa che puoi inserire nella tua dichiarazione dei redditi l’intero importo delle spese che hai sostenuto, anche se dovessere riguardare più annualità.

Cosa fare in caso di università non statali

Se hai sostenuto spese relative ad università non statali devi prestare attenzione all’importo massimo detrabile.

Ogni anno infatti il tetto massimo di spese universitarie detraibili viene stabilito con riferimento alle tasse e ai contributi per:

  • i corsi di laurea
  • i corsi di laurea magistrale
  • i corsi di laurea a ciclo unico

Quali sono i limiti di deducibilità

Ecco di seguito quali sono gli importi massimi detrabili, relativi alle spese sostenute nel 2016, per le università non statali.

Ovviamente se nel corso del 2016 la spesa da te sostenuta è di importo inferiore a quella massima consentita, potrai inserire nella tua dichiarazione dei redditi solo l’importo della spesa effettivamente sostenuta.

Avviso bonarioFatturaIRPEF (Imposta sul reddito delle persone fisiche)Modello Unico
Bilancio d'esercizioIRAP (Imposta regionale sulle attività produttive)IVA (Imposta sul valore aggiunto)Partita IVA
F24IRES (Imposta sui redditi delle società)Modello 730Ravvedimento operoso

I tre raggruppamenti di Regioni sono così composti:

  • Regioni del Nord: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Liguria, Piemonte, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Veneto
  • Regioni del Centro: Abruzzo, Lazio, Marche, Toscana, Umbria
  • Regioni del Sud e Isole: Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia

 

Per verificare la descrizione analitica delle 4 aree disciplinari, consulta l’apposito prospetto rilasciato dal Ministero dell’Istruzione.

Cosa fare per i corsi di specializzazione, master e dottorati

Anche per le spese sostenute nel 2016 per i corsi di dottorato, di specializzazione e master di 1° e 2° livello, sono stati definiti gli importi massimi detrabili nella dichiarazione dei redditi.

Ammontare del credito di imposta
Soggetti beneficiari
90%
Micro imprese, PMI e startup innovative
75%
Altri soggetti

 

Se l’articolo ti è stato utile o ha riscosso il tuo interesse, condividilo con altri.

Se hai dei dubbi o necessiti di approfondimenti, scrivi nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Svolgo dal 1984 la professione di Ragioniere Tributarista con studio in Torino. La mia specializzazione consiste nel fornire risposte e soluzioni alle problematiche fiscali e tributarie delle piccole imprese e dei liberi professionisti.