Bonus mobili per le giovani coppie: ecco come funziona

BONUS MOBILI

2016

Prima casa guida alle agevolazioni per l'acquisto
©VadimGuzhva / Fotolia

Tra gli interventi previsti dal disegno di legge Stabilità 2016 vi è una norma (attualmente in fase di approvazione) che intende agevolare le giovani coppie che, a seguito dell’acquisto nel nuovo anno di un immobile da destinare ad abitazione principale, acquisteranno mobili e arredi.

Nel rispetto di alcune condizioni, tali coppie usufruiranno di una detrazione dall’Irpef pari al 50% della spesa per mobili e arredi, da calcolare su un tetto massimo di spesa di 16.000 euro.

Chi può usufruirne

Il bonus sarà concesso alle giovani coppie in cui, almeno uno dei due componenti, nel 2016 non abbia ancora raggiunto i 35 anni di età.

Lo sgravio riguarderà sia le coppie sposate che le coppie di fatto, purché il nucleo familiare sia stato costituito da almeno tre anni.

A quali condizioni

Il beneficio è riconosciuto alle coppie che:

  • acquisteranno un immobile da destinare ad abitazione principale nel periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016
  • sosterranno spese per l’acquisto di mobili e arredi per tale abitazione. Sono esclusi gli elettrodomestici

Qual è il beneficio

Il vantaggio derivante dalla nuova norma consiste nel riconoscimento di una detrazione del 50% su un tetto massimo di spesa per mobili e arredi pari a 16.000 euro.

Pertanto la detrazione massima potrà essere di 8.000 euro, sarà distribuita in dieci quote annuali di pari importo e ripartita tra gli aventi diritto.

Avvertenze

La novità è certamente di rilievo e va nella giusta direzione, che è quella di aiutare i giovani a creare la propria famiglia, ma occorre prestare molta attenzione alle condizioni richieste, prima di staccare l’assegno al mobiliere.

Ecco una serie di “criticità” da tenere in considerazione:

  1. la coppia deve risultare sposata o convivente da almeno tre anni. Quindi la coppia che si sposerà il prossimo anno, acquistando casa e relativi mobili, non avrà diritto al bonus
  2. nel 2016 deve avvenire sia l’acquisto della casa che degli arredi. Se la giovane coppia possiede già l’abitazione e si trasferirà in essa nel 2016, sostenendo costi per mobili e arredi, non godrà di questa nuova agevolazione
  3. nel 2016 la giovane coppia, in possesso di tutti i requisiti, acquisterà l’abitazione ed i relativi mobili, ma sta utilizzando la detrazione relativa all’acquisto di mobili ed elettrodomestici concessa a chi ristruttura il proprio immobile. Anche in questo caso, la coppia non potrà utilizzare il nuovo bonus in quanto non è cumulabile con quello già in corso

Lo Studio rimane a disposizione per tutte le giovani coppie che vogliano approfondire di questo tipo di detrazione, così importante soprattutto in un momento altrettanto delicato della vita di due persone.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Svolgo dal 1984 la professione di Ragioniere Tributarista con studio in Torino. La mia specializzazione consiste nel fornire risposte e soluzioni alle problematiche fiscali e tributarie delle piccole imprese e dei liberi professionisti.