Decreto Ristori-quater: proroga dei versamenti

Decreto Ristori-quater: proroga dei versamenti

Il Governo, nella tarda serata di domenica 29 novembre 2020, ha approvato il cosiddetto “Decreto Ristori-quater” che contiene ulteriori misure di aiuto alle categorie economiche più danneggiate dalla pandemia e la proroga dei termini di presentazione delle dichiarazioni dei redditi e delle scadenze relative ai versamenti d’imposte e contributi.

Facciamo il punto sulla proroga dei termini di versamento d’imposte e contributi, contenuta nei precedenti decreti sino al Decreto Ristori-quater.

Proroga acconti imposte

Mini proroga al 10 dicembre

Per tutti gli esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo con sede in Italia il termine di versamento della seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP, passa dal 30 novembre al 10 dicembre 2020.

Attività con diminuzione di fatturato

Il termine di versamento degli acconti d’imposta passa dal 30 novembre al 30 aprile 2021 per:

  • gli esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo con sede in Italia
  • con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente
  • che abbiano subìto una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel primo semestre del 2020, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente

I versamenti sospesi dovranno essere effettuati, senza sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 30 aprile 2021.

Soggetti di cui agli Allegati 1 e 2 del Decreto Ristori-bis

Il termine di versamento degli acconti d’imposta passa dal 30 novembre al 30 aprile 2021 per:

I versamenti sospesi dovranno essere effettuati, senza sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 30 aprile 2021.

Soggetti ISA

Il termine di versamento degli acconti d’imposta passa dal 30 novembre al 30 aprile 2021 per:

  • i contribuenti soggetti agli ISA (indicatori sintetici di affidabilità fiscale)
  • i contribuenti aderenti al regime forfettario
  • che abbiano subìto una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel primo semestre del 2020, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente

Soggetti ISA di cui agli Allegati 1 e 2 del Decreto Ristori-bis

Il termine di versamento degli acconti d’imposta passa dal 30 novembre al 30 aprile 2021 per:

  • i contribuenti soggetti agli ISA (indicatori sintetici di affidabilità fiscale)
  • i contribuenti aderenti al regime forfettario
  • che operano nei settori economici di cui agli Allegati 1 e 2 del Decreto Ristori-bis con domicilio fiscale o sede operativa nelle “zone rosse”
  • i ristoranti operanti nelle zone “rosse” e “arancioni”
  • senza considerare la diminuzione del fatturato o dei corrispettivi

Versamenti in scadenza a dicembre

Sono sospesi i termini di versamento che scadono nel mese di dicembre 2020 relativi a:

  • ritenute alla fonte e trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, dovute in qualità di sostituti d’imposta
  • versamenti IVA
  • versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria

nei confronti di:

  • esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo con sede in Italia
  • con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente
  • che abbiano subìto una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel mese di novembre 2020, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente

Questa sospensione si applica anche ai soggetti che hanno avviato l’attività dopo il 30 novembre 2019.

I versamenti sospesi dovranno essere effettuati, senza sanzioni e interessi:

  • in un’unica soluzione entro il 16 marzo 2021, oppure
  • in forma rateizzata, fino a un massimo di 4 rate mensili di pari importo, con decorrenza dal 16 marzo 2021

Attività senza diminuzione di fatturato

Questa sospensione dei versamenti di dicembre 2020 si applica, senza considerare alcun limite di ricavi o compensi né la diminuzione del fatturato o dei corrispettivi:

Rottamazione- ter e saldo e stralcio

Slitta al 1° marzo 2021 il termine di versamento del 10 dicembre 2020, riguardante:

  • i versamenti riferiti alla “rottamazione-ter
  • i versamenti riferiti al “saldo e stralcio

Se l’articolo ti è stato utile o ha riscosso il tuo interesse, condividilo con altri.

Se hai dei dubbi o necessiti di approfondimenti, scrivi nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Svolgo dal 1984 la professione di Ragioniere Tributarista con studio in Torino. La mia specializzazione consiste nel fornire risposte e soluzioni alle problematiche fiscali e tributarie delle piccole imprese e dei liberi professionisti.