Nuovo contributo a fondo perduto ad agenti e rappresentanti

Nuovo contributo a fondo perduto ad agenti e rappresentanti

Il Decreto Ristori-quater contiene ulteriori misure di aiuto alle categorie economiche più danneggiate dalla pandemia e la proroga di scadenze di versamento d’imposte e contributi.

Il decreto prevede, inoltre, che possono accedere ai contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Ristori anche diverse categorie di agenti e rappresentanti di commercio.

A chi spetta il nuovo contributo

Il contributo a fondo perduto è previsto a favore dei soggetti che, alla data del 25 ottobre 2020, hanno la partita IVA attiva e dichiarano di svolgere come attività prevalente una di quelle riferite ai codici ATECO individuati nell’Allegato 1 del decreto (vedasi elenco qui sotto).

Perché venga riconosciuto il diritto al contributo è necessario che il contribuente eserciti una delle attività sotto descritte in via prevalente.

Come si calcola il nuovo contributo

L’importo del nuovo contributo a fondo perduto per agenti e rappresentanti di commercio è dello stesso importo di quello previsto a Maggio scorso dal Decreto Rilancio.

Ecco l’elenco delle categorie di agenti e rappresentanti di commercio interessate al contributo a fondo perduto:

46 12 01 Agenti e rappresentanti di carburanti, gpl, gas in bombole e simili-lubrificanti
46 14 03 Agenti e rappresentanti di macchine ed attrezzature per ufficio
46 15 01 Agenti e rappresentanti di mobili in legno, metallo e materie plastiche
46 15 03 Agenti e rappresentanti di articoli casalinghi, porcellane, articoli in vetro eccetera
46 15 05 Agenti e rappresentanti di mobili e oggetti di arredamento per la casa in canna, vimini, giunco, sughero, paglia-scope, spazzole, cesti e simili
46 15 06 Procacciatori d’affari di mobili, articoli per la casa e ferramenta
46 15 07 Mediatori in mobili, articoli per la casa e ferramenta
46 16 01 Agenti e rappresentanti di vestiario ed accessori di abbigliamento
46 16 02 Agenti e rappresentanti di pellicce
46 16 03 Agenti e rappresentanti di tessuti per abbigliamento ed arredamento (incluse merceria e passamaneria)
46 16 04 Agenti e rappresentanti di camicie, biancheria e maglieria intima
46 16 05 Agenti e rappresentanti di calzature ed accessori
46 16 06 Agenti e rappresentanti di pelletteria, valige ed articoli da viaggio
46 16 07 Agenti e rappresentanti di articoli tessili per la casa, tappeti, stuoie e materassi
46 16 08 Procacciatori d’affari di prodotti tessili, abbigliamento, pellicce, calzature e articoli in pelle
46 16 09 Mediatori in prodotti tessili, abbigliamento, pellicce, calzature e articoli in pelle
46 17 01 Agenti e rappresentanti di prodotti ortofrutticoli freschi, congelati e surgelati
46 17 02 Agenti e rappresentanti di carni fresche, congelate, surgelate, conservate e secche; salumi
46 17 03 Agenti e rappresentanti di latte, burro e formaggi
46 17 04 Agenti e rappresentanti di oli e grassi alimentari: olio d’oliva e di semi, margarina ed altri prodotti similari
46 17 05 Agenti e rappresentanti di bevande e prodotti similari
46 17 06 Agenti e rappresentanti di prodotti ittici freschi, congelati, surgelati e conservati e secchi
46 17 07 Agenti e rappresentanti di altri prodotti alimentari (incluse le uova e gli alimenti per gli animali domestici); tabacco
46 17 08 Procacciatori d’affari di prodotti alimentari, bevande e tabacco
46 17 09 Mediatori in prodotti alimentari, bevande e tabacco
46 18 22 Agenti e rappresentanti di apparecchi elettrodomestici
46 18 92 Agenti e rappresentanti di orologi, oggetti e semilavorati per gioielleria e oreficeria
46 18 93 Agenti e rappresentanti di articoli fotografici, ottici e prodotti simili; strumenti scientifici e per laboratori di analisi
46 18 96 Agenti e rappresentanti di chincaglieria e bigiotteria
46 18 97 Agenti e rappresentanti di altri prodotti non alimentari nca (inclusi gli imballaggi e gli articoli antinfortunistici, antincendio e pubblicitari)
46 19 01 Agenti e rappresentanti di vari prodotti senza prevalenza di alcuno
46 19 02 Procacciatori d’affari di vari prodotti senza prevalenza di alcuno
46 19 03 Mediatori in vari prodotti senza prevalenza di alcuno

Cosa fare per ottenere il nuovo contributo

I soggetti che hanno già ottenuto il contributo a fondo perduto previsto dal precedente decreto “Rilancio” non devono presentare alcuna ulteriore domanda.

I soggetti che non hanno richiesto il precedente contributo a fondo perduto, sia per libera scelta, sia perché presentavano un ammontare di ricavi superiore a 5 milioni annui, devono:

  1. verificare che l’esercizio della loro attività prevalente rientri tra i codici ATECO sopra individuati;
  2. essere titolari di partita IVA attiva alla data del 25 ottobre 2020 (e non aperta dopo tale data);
  3. verificare che il fatturato del mese di aprile 2020 sia inferiore di almeno due terzi del medesimo fatturato di aprile 2019, oppure di aver aperto la partita IVA a partire dal 1° gennaio 2019

Se rispettano tutti questi requisiti, dovranno presentare l’istanza con le stesse modalità previste dal precedente decreto “Rilancio”.

Se l’articolo ti è stato utile o ha riscosso il tuo interesse, condividilo con altri.

Se hai dei dubbi o necessiti di approfondimenti, scrivi nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Svolgo dal 1984 la professione di Ragioniere Tributarista con studio in Torino. La mia specializzazione consiste nel fornire risposte e soluzioni alle problematiche fiscali e tributarie delle piccole imprese e dei liberi professionisti.