Le novità della legge di Bilancio 2018

Finanziaria 2018

le novità da conoscere


E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge di Bilancio 2018. Il provvedimento è in vigore dal 1° gennaio.

Numerose le misure fiscali previste dalla Manovra, tra cui si segnalano:

  • l’obbligo di fatturazione elettronica anche tra i privati a partire dal 1° gennaio 2019; le nuove regole non si applicano ai soggetti rientranti nel regime dei contribuenti minimi e dei contribuenti forfettari;
  • l’obbligo, ai fini della deducibilità, con effetto dal 1° luglio 2018, di acquistare i carburanti con mezzi di pagamento tracciabili, con la contestuale soppressione dell’obbligo di compilare la scheda carburante;
  • il rinvio di un anno, e quindi al 2019, dell’entrata in vigore degli ISA (Indicatori Sintetici di Affidabilità fiscale);
  • la proroga del super (seppur ridotto dal 40% al 30%) e dell’iper ammortamento (confermato al 150%) per tutto il 2018;
  • la proroga per il 2018 delle detrazioni fiscali previste per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici (ecobonus), per gli interventi di ristrutturazione edilizia, nella misura del 50%, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe A+, se collegato ad un intervento edilizio al quale si applicano le relative detrazioni, per gli interventi antisismici (sisma-bonus) con un credito d’imposta pari all’80%;
  • la detrazione nella misura del 36% per gli interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi, nonché per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili, anche se relativi a parti comuni di un condominio;
  • la detraibilità nella misura del 19% per gli abbonamenti al servizio di trasporto pubblico locale (Tpl), per un importo non superiore a 250 euro; saranno inoltre deducibili i buoni acquistati a tal fine a beneficio dei dipendenti e dei loro familiari;
  • l’introduzione della cosiddetta Webtax, pari al 3%, per assoggettare a tassazione le imprese che operano nel digitale;
  • l’introduzione di una ritenuta del 26% per i redditi di capitale e i redditi diversi maturati al di fuori dell’esercizio dell’attività d’impresa, per le partecipazioni societarie qualificate (analogamente a quanto già avviene per le partecipazioni non qualificate);
  • l’aumento a 10mila euro dell’esenzione fiscale per indennità, rimborsi, premi e compensi erogati a direttori artistici e collaboratori tecnici per prestazioni di natura non professionale, nonché di quelli erogati nell’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche;
  • la riapertura dei termini per la rivalutazione di terreni e partecipazioni da parte delle persone fisiche;
  • la modifica di alcune scadenze fiscali, come da calendario che segue:

 

ADEMPIMENTONUOVO TERMINE
Invio del modello 730 precompilato da parte di Caf e intermediari23/07/2018
Spesometro30/09/2018
Presentazione del modello Redditi31/10/2018
Presentazione del modello 77031/10/2018
Presentazione del modello IRAP31/10/2018
Presentazione della Certificazione Unica (CU) per i soggetti esenti o che sono esclusi dal 730 precompilato31/10/2018

Se l’articolo ti è stato utile o ha riscosso il tuo interesse, condividilo con altri.

Se hai dei dubbi o necessiti di approfondimenti, scrivi nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Svolgo dal 1984 la professione di Ragioniere Tributarista con studio in Torino. La mia specializzazione consiste nel fornire risposte e soluzioni alle problematiche fiscali e tributarie delle piccole imprese e dei liberi professionisti.