Lotteria degli scontrini, cos’è e come funziona

Lotteria degli scontrini, cos'è e come funziona
© Siberian Art / Adobe Stock

Il 1° gennaio 2021 entra in funzione la lotteria legata agli scontrini fiscali ricevuti dai consumatori finali al momento in cui acquistano beni o servizi dagli esercenti dotati di registratore telematico.

Questo nuovo strumento, battezzato “lotteria degli scontrini”, ha lo scopo d’incentivare il rilascio degli scontrini fiscali, mediante il contrasto d’interessi tra commercianti e consumatori.

La legge di Bilancio 2021 ha modificato le regole iniziali che prevedevano premi sia per coloro che pagano in contanti che per coloro che utilizzano pagamenti elettronici. Sono stati cancellati i premi previsti per le transazioni in contanti e resteranno validi solo i pagamenti tracciabili.

In pratica, le persone fisiche maggiorenni, residenti in Italia, che effettuano acquisti presso commercianti o altri esercenti, obbligati all’invio telematico dei propri corrispettivi, partecipano a una lotteria con tanto di estrazione a sorte di premi.

Sono esclusi dalla lotteria degli scontrini:

  • gli acquisti riguardanti l’esercizio di un’attività d’impresa, arte o professione;
  • gli acquisti online;
  • gli acquisti documentati con fattura elettronica.

Discorso a parte per gli acquisti per i quali i corrispettivi sono trasmessi al Sistema Tessera Sanitaria.

In caso di acquisti fatti presso farmacie, parafarmacie, ottici, laboratori di analisi, ambulatori veterinari, ecc. il cliente deve scegliere se fornire il codice fiscale per lo sconto IRPEF o il codice lotteria per concorrere alla vincita dei premi.

Obblighi per i consumatori

Per poter partecipare alla lotteria degli scontrini, i consumatori devono esibire al commerciante, al momento dell’acquisto, il proprio codice lotteria ed effettuare il pagamento con moneta elettronica (bancomat, carte, APP di pagamento, ecc.).

Questo codice identificativo viene rilasciato, su richiesta del consumatore, accedendo all’apposito Portale Lotteria, all’indirizzo https://www.lotteriadegliscontrini.gov.it/portale/

Per accedere al Portale Lotteria è sufficiente inserire il proprio codice fiscale.

Il codice lotteria può essere stampato su carta o memorizzato su smartphone o tablet (si tratta di un QR code).

Obblighi per i commercianti

Entro il 31 dicembre 2020 i commercianti devono configurare i registratori telematici per poter effettuare l’acquisizione e la trasmissione dei dati necessari per la lotteria degli scontrini, tra cui il codice lotteria di ciascun acquirente.

In pratica, gli esercenti dovranno preventivamente:

  1. verificare con il fornitore del registratore telematico che il software sia aggiornato per poter memorizzare e trasmettere i dati della lotteria;
  2. consentire ai propri clienti di pagare con modalità elettronica (carte di credito, bancomat, Satispay, ecc.) e collegare il registratore telematico con il sistema di pagamento elettronico;
  3. dotarsi di un lettore di codici a barre (barcode) per poter registrare in automatico e senza errori il codice lotteria che verrà mostrato dal cliente.

L’Agenzia Entrate ha pubblicato una breve Guida per gli esercenti sulle operazioni da predisporre inizialmente.

In seguito, i commercianti devono trasmettere all’Agenzia Entrate i dati contenuti nei documenti commerciali aventi il codice lotteria.

Va precisato che la legge non prevede sanzioni per gli esercenti che non si adegueranno.

Se il commerciante si rifiuta di acquisire il codice lotteria, l’acquirente può segnalare tale comportamento in una apposita sezione del Portale Lotteria; l’Agenzia Entrate potrà utilizzare queste segnalazioni per la propria attività di analisi del rischio di evasione.

Alla data odierna si segnalano molte difficoltà e ritardi nell’adeguamento dei registratori di cassa e le associazioni di categoria degli esercenti hanno richiesto un rinvio dell’entrata in vigore di questo nuovo adempimento.

Come funziona la lotteria degli scontrini

Ogni volta che il commerciante emette lo scontrino a cui è stato abbinato il codice lotteria, viene generato un numero di biglietti virtuali della lotteria pari a un biglietto per € 1 di corrispettivo; in altri termini, a ogni euro di spesa corrisponde un biglietto della lotteria.

In caso di corrispettivi pari o superiori a € 1.000, si genera un numero massimo di 1.000 biglietti.

Ogni biglietto partecipa a un’estrazione settimanale, una mensile e una annuale.

Il biglietto vincente per il consumatore determinerà automaticamente anche la vincita per il commerciante.

Ogni giovedì verranno effettuate le estrazioni settimanali, su tutti gli scontrini trasmessi e registrati dal lunedì alla domenica della settimana precedente.

Le estrazioni mensili saranno effettuate ogni secondo giovedì del mese, partendo dall’11 febbraio 2021, su tutti gli scontrini trasmessi e registrati entro l’ultimo giorno del mese precedente.

All’inizio dell’anno 2022 (la data non è ancora stabilita) ci saranno le estrazioni annuali a cui parteciperanno gli scontrini trasmessi e registrati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021.

Premi per i consumatori

I premi previsti per i consumatori che partecipano alla lotteria degli scontrini sono i seguenti:

  • per l’estrazione settimanale 15 premi da € 25.000;
  • per l’estrazione mensile 10 premi da € 100.000;
  • per l’estrazione annuale un premio da € 5.000.000.

Il risultato delle estrazioni è pubblicato sul Portale Lotteria.

I vincitori dei premi verranno avvisati dall’Agenzia delle Dogane, la quale provvede anche a effettuare il pagamento delle vincite tramite bonifico bancario o assegno circolare.

Le vincite derivanti dalla lotteria degli scontrini non sono soggette al pagamento d’imposte.

Premi per i commercianti

Sono previsti dei premi anche a favore dei commercianti che consentono ai propri clienti di partecipare alla lotteria degli scontrini e di pagare con moneta elettronica.

I premi previsti per i commercianti sono i seguenti:

  • per l’estrazione settimanale 15 premi da € 5.000;
  • per l’estrazione mensile 10 premi da € 20.000;
  • per l’estrazione annuale un premio da € 1.000.000.

L’articolo ti è stato utile o ha riscosso il tuo interesse? Condividilo con altri.

Hai dei dubbi o necessiti di approfondimenti? Scrivi nei commenti.

Un commento su “Lotteria degli scontrini, cos’è e come funziona

  1. Se l’obiettivo del governo fosse solo quello di far emergere l’evasione fiscale dei commercianti ecc. non si capisce perché abbiano escluso dalla lotteria i pagamenti effettuati con il contante, anzi è una decisione controproducente perché se io pagassi in contanti (per motivi miei) non sarei incentivato a chiedere lo scontrino e il negoziante avrebbe interesse a non farmelo, mentre pagando con carta di credito o simile, che permette il tracciamento, il commerciante sarebbe comunque obbligato ad emettere lo scontrino anche se io non lo chiedessi per partecipare alla lotteria.
    La spiegazione per me è una sola: il governo vuole tracciare le spese di ogni cittadino in modo da capire se sono congruenti con la dichiarazione dei redditi e la cosa è resa possibile dal fatto che per ottenere il codice lotteria devo indicare il codice fiscale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Svolgo dal 1984 la professione di Ragioniere Tributarista con studio in Torino. La mia specializzazione consiste nel fornire risposte e soluzioni alle problematiche fiscali e tributarie delle piccole imprese e dei liberi professionisti.